IL PASSERO SOLITARIO (liberamente tratta dalla lirica omonima di Giacomo Leopardi)



Ti vedo in cima a quella antica torre

solo,

proprio come me!

Tu canti finché non muore il giorno

mentre la primavera brilla nell’aria,

esulta per i campi

festeggiata da mille uccellini

che fan mille giri nel cielo.

Ma tu passero solitario non ti curi di loro

resti indifferente a quella festa

non la cerchi, non provi a volare

consumi così nella solitudine

la parte più bella della tua vita.

Quanto è simile il mio modo di vivere al tuo!

non c’è spensieratezza in me

gioie e divertimenti io li evito

mi sento estraneo e quasi fuggo da loro

e il dramma è che non so spiegare a me stesso

nemmeno il perché.

Chiuso nella mia stanza

passo le mie giornate vuote e monotone

in silenzio, in solitudine.

Eppure questo giorno che ormai volge alla sera

è festeggiato da tutti in questo paese,

si odono nell’aria suoni di festa vicini e lontani

i giovani sono allegri

indossano i loro abiti migliori

si divertono

ed è persino bello guardarli.

Ma io,

in quest’angolo del paese vicino alla campagna,

io resto da solo come sempre,

ogni divertimento

lo rinvio in altri tempi

non so a quando!

guardo il sole che si dilegua dietro i monti

e sembra ricordarmi

che anche la mia giovinezza sta morendo.

Tu, passero solitario

alla fine dei tuoi giorni

non potrai pentirti d’aver vissuto così.

È la tua natura che ha deciso questo.

Ma io,

se non riuscirò a evitare la detestata vecchiaia

e tutto sarà noia più di adesso

cosa penserò della mia giovinezza sprecata

e non goduta?

forse piangerò,

guarderò indietro

ma sarà ormai troppo tardi.

  • Utente:
    CLAUDIOCISCO
  • Autore:
    CLAUDIO CISCO
  • Data:
    08/05/2009 05:23:05
  • Voto:
  • Commenti Commenti:
    1
  • Preferiti Preferiti:
    0
  • Visite Visite:
    1023
  • Commenti
  • Poiché, la poesia è comunicazione, Ti comunico il mio parere: nel componimento, Tu sei stato insegnante e non poeta perché hai spiegato la poesia di G.Leopardi; hai espresso la Tua condivisione con il sentimento del poeta ma, non hai dato un opera Tua.
    Giuseppina (30/07/2009 09:57:32)

Vuoi lasciare un commento? Registrati oppure accedi se sei già membro