Iterazione di un sentimento (o stupidità)

Neppure il vento albino
che soffia dalla più
pallida delle lune
può placare
queste livide fiamme
che dolenti
strisciano lungo
ogni singola vena
del mio corpo supino.

E allora non posso
che contorcermi
al dolore
delle infinite falene,
ognuna per ogni notte
passata e futura,
che eccitate di una luce
incolore
del mio stomaco ardente
fanno muto teatro.

  • Utente:
    masterhero
  • Autore:
    Federico
  • Data:
    05/12/2009 03:43:15
  • Voto:
    -
  • Commenti Commenti:
    1
  • Preferiti Preferiti:
    0
  • Visite Visite:
    804
  • Commenti
  • sofferenza di un amore, mi pare di intuire....
    mi ha commossa.......
    Tsubaki (05/02/2010 18:46:35)

Vuoi lasciare un commento? Registrati oppure accedi se sei già membro