Poesia

VISIONE

(SILVANA )



Vedo un Libro enorme aprirsi nel Cielo in una notte oscura
I cui fogli si staccano uno ad uno come le foglie in autunno inoltrato
Cadono ondeggiando sulle strade
di campagna e di città
Si posano sulle panchine e nei parchi
entrano nei bar entrano nelle finestre aperte, da un raggio di Luce
Si posano sui lampioni, sugli alberi
nelle mani di bambini ed anziani dormienti
Come Manna dal Cielo
Fanno rinascere la Speranza dell'avvenire
Poi il Libro si richiude su sé stesso dopo avere regalato i suoi preziosi fogli di Vita, cade a Terra,
Lo raccolgo, non ci sono più pagine ma c'è dentro una piccolissima Ostia candida, la stringo al mio petto
Sento che mi appartiene, l'avevo cercata tanto, in lungo ed in largo ed ora l'ho ritrovata..

Gloria a Dio nell'alto dei Cieli e Pace agli uomini di Buona Volontà

Silvj

  • 26/02/2024 11:38:33
  • Commenti 0 Preferiti 0 Visite 4

Etichette

amore anima cielo cuore desiderio dolore donna emozioni eros esistenzialismo fine italiana lacrime lei mamma mare morte passione pensieri poesia Poesia erotica poesie ricordi riflessioni sensazioni sentimenti sentimento Sole solitudine vita